Type and press Enter.

Tutti in spalla. Lo zaino è diventato grande

 

“Io non suono il clarinetto, suono insieme allo zainetto
Ma lo sai che anche Maometto era fan dello zainetto?
È questione di rispetto? No, è questione di zainetto” 

Fedez, Lo zainetto, 2011

 

Un tempo era universalmente l’accessorio degli studenti. Probabilmente l’unico. Oggi lo zaino ha completamente rotto gli schemi ed è uno dei prodotti più richiesti in rete. Il motivo è presto detto: comodità, spazio, mobilità sostenibile, leggerezza, ogni tempo, sono solo alcune delle parolechiave che hanno permesso al “backpack”, letteralmente zaino, dall’inglese, di divenire un capo universale, versatile e poliedrico adatto per tutte le occasioni e per tutte le professioni. Cuoio, pelli pregiate, materiali super-tecnologici, ultrapiatti, modulari, con schienali ergonomici e ipertraspiranti. È innegabile che in ogni occasione ci sia lo zaino giusto. Minimalismo, design anticonvenzionale e materiali futuristici sono il tratto distintivo di Côte&Ciel, azienda francese tra le più originali e meno ordinarie sulla scena. Il brand parigino, nato da un progetto commissionato da Apple, e poi sviluppatosi con la collaborazione con Damir Doma, propone modelli irrisistibili come nel caso di Isar e il Nile, meritevoli di aver stravolto il concetto tradizionale di backpack.

COTE&CIEL  ORIL ECO YARN BLACK Zaino dal design essenziale che risulta all’apparenza semplice. In realtà presenta due scomparti anteriori più la tasca porta laptop che consente di conservare dispositivi fino a 13″. Peculiarità è anche il tessuto ottenuto mediante processi ecosostenibili.

Per Sandqvist, azienda svedese conosciuta nel mondo per i suoi zaini dal forse spirito “wildness”, propone modelli più contemporanei rispetto alle precedenti collezioni. Esclusi i modelli continuativi di punta della casa svedese, nella nuova collezione largo uso di tessuti tecnici black or grey abbinati su ampi zaini roll comodissimi negli interscambi metropolitani, ma soprattutto in bicicletta. È il caso di Bernt realizzato il poliestere recycle in due differenti varianti di colore: nero o verde e grigio, richiestissimo. Immancabile lo Stig in canvas impermeabile, in differenti tonalità.

Sandqvist Stig Zaino classico in tela di cotone pesante con dettagli in pelle. Uno dei modelli più iconiche e popolari di tutti i tempi, Stig è un classico che ti può trasportare in qualsiasi avventura. (credit Ph. SANDQVIST)

Moleskine, azienda conosciuta per i suoi taccuini con copertina cerata nera usata dai più grandi artisti, da qualche hanno ha affiancato una linea di robusti, eleganti e pratici zaini per tutti coloro che vogliono portare il “loro ufficio sulle spalle” senza essere invadenti nei mezzi pubblici delle nostre città. Pelli e materiali sintetesi di alta gamma conferisco a questo prodotto un ottimo rapporto qualità prezzo senza dover rinunciare ad uno stile sobrio e ricercato.

Moleskine Metro Slim

Infine troviamo Sprayground il brand americano  ha creato la linea di zaini più pazza del mondo. Tecnicamente sono prodotti fatti in maniera impeccabile, pieni di tasche, di alta qualità, funzionali con spallacci imbottiti e tasche interne porta-computer e porta ipad. Esternamente però sono molto lontani dagli stereotipi degli zaini dal gusto montanaro che vanno ora tanto di moda. Ha dato vita agli zaini più folli che si siano mai visti: ci sono quelli con le pile di banconote, compresa la borsa a tracolla che sembra una vera borsa da rapina-alla-banca, lo zaino con teschio dorato, quello fatto come un vero lingotto d’oro gigante, e quello con la bocca da squalo.

Sprayground Back to the Future. Ispirato all’iconico hoverboard di Marty McFly di BTF2, lo zaino ha fatto rivivere un classico della cinematografia  degli anni ’80. La grafica è completata dai dettagli degli squali firmati Sprayground e da un esclusivo logo di Ritorno al futuro.

Visita il sito www.andrianistore.it e seguici su  Facebook e Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *